La Città di Sabbia (La Saga della Chimera di Praga #2) di Laini Taylor

La Città di Sabbia (La Saga della Chimera di Praga #2) di Laini Taylor


71a8bzckwrlTitolo: 
La città di Sabbia (La saga della chimera di Praga#2)

Titolo Originale: Days of Blood & Starlight (Daughter of Some and Bone#2)

Autore: Laini Taylor

Data di pubblicazione: 11 Febbraio 2016

Genere: Fantasy

Editore: Lain Ya

Prezzo: 14,50€ 

Voto: da-leggere-subito

Dove comprarlo: Clicca QUI

*Attenzione questo è il secondo titolo della saga, potrebbe contenere SPOILER*

Trama: La studentessa d’arte Karou ha finalmente le risposte che ha sempre cercato. Sa chi è e cosa è. Ma, insieme a questa scoperta, un’altra verità affiora in superficie, una realtà che la ragazza farebbe di tutto pur di ignorare: ha amato un ragazzo che le è nemico, lui l’ha tradita e per questo il suo mondo è sconvolto. Ora, in una kasbah dimenticata nel deserto del Marocco, Karou e i suoi alleati si preparano a uno scontro definitivo contro l’armata dei serafini e sotto la luce delle stelle plasmano creature di potente forza distruttiva. Akiva, legato dall’appartenenza all’esercito degli angeli, ma gravato da un profondo conflitto interiore, inizia a progettare un altro tipo di battaglia: quella per il riscatto. Per la speranza. Costellato da scene drammatiche, di segreti e di scelte impossibili, “La città di sabbia” porta i due protagonisti sui fronti opposti di una guerra antichissima che ha acquistato nuovo vigore.

La mia recensione

 Tanto tempo fa

un angelo e un diavolo strinsero fra le mani

un osso del desiderio

e il suo schianto spaccò il mondo in due.

Così inizia il secondo romanzo di Laini Taylor della Saga de “La Chimera di Praga”, in originale “Daughter of Smoke and Bone”. E mai Incipit fu così perfetto. Quando inizi un libro della Taylor non puoi fare altro che immergerti completamente nella storia. Purtroppo essende appunto il secondo volume non vi potrò dire nel dettaglio tutto, ma vi lascerò qualche meravigliosa citazione per farvi capire la magnificenza dello stile magico e onirico della Taylor.

Mi sono addentrata in questo seguito probabilmente un po’ in ritardo rispetto a molti altri che lo lessero in lingua o comunque quando era uscito da poco. “La Chimera di Praga” mi era stato consigliato da una mia compagna di classe al liceo ormai due o tre anni fa, che tra l’altro assomigliava tantissimo a Karou (tranne che per l’altezza) ma anche lei aveva i capelli blu, ora capisco da dove li abbia presi ahah! Ad ogni modo ero troppo presa da altre saghe che stavo scoprendo (Ehm, Shadowhunters), per leggerlo subito, perciò ho comprato e letto il primo volume a metà del 2016 circa. E non capisco perchè ho vissuto sotto i sassi fino ad adesso! Lo stile e la storia della Taylor sono piena di romanticismo, azione, amicizia, dolore, tutto così vero e così magistralmente ben scritto che voi entrerete in assoluto nella storia e quando finirete il libro vi chiederete dove siete perchè una piccola parte di voi sarà ancora lì, con Karou e Akiva, a struggersi il cuore per quei due poveretti. Nel retro dell’edizione italiana troviamo una frase di un giornale, presumo americano, che cita “Rome e Giulietta su un palco fantasy”, beh, io ho sofferto anche di più. Lo struggimento che provano qui i personaggi, per la perdita di qualcuno o di se stessi è palpabile, a volte la Taylor ci lascia un po’ disorientati con le sue descrizioni così…così… non saperei nemmeno io come descrivervele. Magiche, è dire poco, quindi l’unica cosa che dovete fare è leggere questo libro e praticamente sottolinearlo o segnarvi ogni dannata citazione, descrizione che vi capiti sotto il naso!

Il mondo, i mondi che ha creato la Taylor, di chimere e angeli, totalmente diversi dagli stereotipi a cui siamo abituati, immersi in una guerra sanguinolenta della peggiore specie e noi non riusciamo bene a capire da che parte stare perchè abbiamo da entrambi due personaggi costruiti in maniera eccellente, Karou ormai ex chimera ma umana, con i suoi vecchi ricordi che combatte con il suo cuore per capire cosa vuole essere e quale scopo avere di quella vita e non solo, combatte per la sua sopravvivenza in un posto ostile accerchiata da persone che la chiamano “traditrice” che deve in ogni modo aiutare, pagando con il dolore, e non solo quello fisico. Dall’altra parte, Akiva, un angelo che ormai è stufo di essere un burattino, innamorato, ma con il cuore infranto, che combatte per restare in vita, deve partecipare ad una guerra sia interiore che esteriore, quasi arrivando al pensiero che solo la morte lo potrà salvare.

Sono la sacerdotessa di un castello di sabbia

in una terra di polvere e luce di stelle.

Inutile che stia qui a dirvi, QUANTO, questo libro mi sia piaciuto.

La Taylor comunque non lascia niente al caso e ci coinvolge nel suo mondo di angeli e diavoli parlandoci anche di personaggi secondari di entrambe le fazioni, dove appunto potremo vedere come la guerra li ha lasciati, ma non vi voglio rivelare di più.

Tanto tempo fa, un angelo e un diavolo si innamorarono e osarono immaginare un nuovo modo di vivere, senza massacri, gole scuarciate e roghi per i caduti, senza ritornati o eserciti di bastardi o bambini strappati dalle braccia delle loro madri per fare il giro della ruota dell’uccidere e del morire. Un tempo, gli amani giacquero abbracciati al tempio segreto della luna e sognarono un mondo che era come uno scrigno di gioielli senza gioielli: un paradiso che attendeva di essere scoperto e riempito con la loro felicità.

Questo non era quel mondo.

Sebbene il ritmo sia incalzante, e ci porti a desiderare di vedere i nostri amati protagonisti cosa stiano facendo, dove siano e se siano ancora vivi, ho letto questo secondo capitolo con molta tranquillità, godendomelo nella sua interezza, fermandomi per segnarmi le citazioni, le riflessioni che ho fatto sulla storia, e molto altro. Quindi sono stata veramente felice di averlo letto così, senza fretta e con molta tranquillità.

È la vita che si espande per riempire i mondi. Il tuo padrone può essere la vita, oppure la morte. […] Come poteva una speranza, con le spade strette in entrambe le mani, impedire al sangue di essere versato?

La storia di Karou e Akiva ormai mi è entrata nel cuore e una piccola parte di questo libro resterà per sempre dentro di me diventando parte della mia persona.

L’unica pecca (anche se piccola) per qui  non ho dato un voto pieno di 5/5 è perchè in alcuni punti ad esempio sulle note finali, l’ho trovato un pochino lento.

Tanto tempo fa

il cielo conobbe il peso degli eserciti

di angeli in movimento

e il vento soffiò infernale a causa del fuoco delle loro ali

Annunci

2 pensieri su “La Città di Sabbia (La Saga della Chimera di Praga #2) di Laini Taylor

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...