The Moneyman- La vera storia del Fratello di Walt Disney Di Alessio De Santa

The Moneyman- La vera storia del Fratello di Walt Disney Di Alessio De Santa

81sfl4073alTitolo: The Moneyman-La Vera storia del fratello di Walt Disney

Titolo Originale: /

Autore: Alessio De Santa, Filippo Zambello, Lorenzo Magalotti, Giulia Priori, Lavinia Pressato

Data di pubblicazione: 3 Novembre 2016

Genere: Graphic Novel

Editore: Tunué

Prezzo: €16,90

Voto: da-leggere-subito 

Dove comprarlo: Clicca QUI

Trama: l legame fortissimo tra Walt e il fratello Roy Oliver, compagno di avventure imprenditoriali, in una narrazione che è un excursus storico utile a ripercorrere le tappe dello studio Disney e la sua affermazione nella storia del cinema. Tutto passa attraverso gli occhi di Roy, incredibilmente schivo e volutamente distante dai riflettori, eppure uomo d’affari impeccabile, in grado di gestire un enorme parco dipendenti e tenere il filo dei rapporti con le maggiori personalità dell’epoca, da Howard Hughes alla Bank America, fino ad arrivare a Benito Mussolini.

Il rapporto tra i due fratelli – talvolta conflittuale, talaltra complice, sempre affiatatissimo – è la cruciale chiave del successo della multinazionale più famosa al mondo. Un trionfo letto come mediazione fra le caratteristiche dei due uomini: alla creatività talvolta sregolata di Walt, con un incredibile occhio per le opportunità e un’arroganza spesso ingombrante, si oppone la pacatezza di Roy, la sua arte oratoria e la capacità di relazionarsi con gli altri in maniera sempre convincente.

La mia RECENSIONE

 “Ci stiamo accollando noi tutto il rischio, quindi se andasse a finir male potremmo trovarci ancora a vivere con voi, nella vostra bella casa spaziosa. Tienimi da parte il salotto, ok? Ma in fin dei conti ho la certezza che Walt possa mettere insieme un buon lungometraggio, e che quando uscirà nei cinema farà davvero un bel po’ di soldi.” (Lettera di Roy O. Disney a suo padre, all’inizio della produzione di Biancaneve, 1937)
Gentilmente inviatomi dalla casa editrice Tunué non spaevo bene cosa aspettarmi da questo romanzo a fumetti. Non conoscevo molto bene la sotria del fratello di Walt Dinsey, ma da fan della Disney quale sono, non ho potuto fare a meno di trovare la sotria particolarmente interessante. La soria viene narrata attraverso l’espediente di una chiacchierata tra Roy Disney ed una signore un po’ impicciona nelle vicinanze di Orlano, alla vicinissima data di apertura del parco. Così Roy fa conoscere alla signora un po’ tutti retro scena che ci sono stati, fin da quando erano bambini.
I fratelli Disney ne hanno passate veramente tante! Ma andiamo con ordine.
Lo stile. Lo stile è molto semplice, con colori su una tonalità seppia per gli anni della nascita della Disney e colori più accesi nel “presente”, anche se in questo fumetto, i disegni li ho trovati quasi una componente secondaria, mi sono ritrovata competamente immersa nella storia grazie ai dialoghi, ovviamente trasportata da una curiosità immane per tutto quello che riguarda la Disney, io se qualcuno di voi non lo sapesse, studio illustrazione, e poter vedere, se bene attraverso un fumetto, come si creasse un film animato è stato davvero bello e mi ha piacevolmente coinvolto con i personaggi!
La storia. Walt Disney, ma anche suo fratello, sono personaggi da ammirare e da prendere come espemio, erano figli di contadini e il padre non faceva altro che sfruttarli per lavorare e portare a casa qualche soldo, hanno passato entrambe le guerre e non senza poche difficoltà, Walt abitava ancora col padre, Roy si era preso la tubercolosi in guerra. Ma nonostante questo, non si sono mai arresi. Nonostante non ci fossero soldi, finanziamente, o a volte le idee di Walt a Roy sembravano assurde, lui ha sempre portato avanti  le sue iniziative, i suoi lavori. Ho adorato la scena in qui fanno vedere che Disney annuncia che vuole creare un lungometraggio (Biancaneve) totalmente a colori, un progetto all’epoca costosissimo che adesso probabilmente ci ridiamo su, noi che non sappiamo esattamente quanta gente ci voglia per creare un film anche della Pixar (vi siete mai soffermati a leggere quanto c’hanno messo o quante persone ci vogliano solo per i CAPELLI di Rapunzel? Ho la costruzione del castello di ghiaccio di Elsa? E tutti gli studi sugli animali che hanno fatto per Bambi o anche per Tarzan?, ovviamente parlo anche dell’attuale personale dal momento che Disney ci ha lasciati). Suo fratello cercava di fermarlo ma alla fine si lasciava sempre trasportare (e meno male!). Ho amato vedere la determinazione di Walt e come suo fratello dove sempre corrergli dietro e facesse fatica a tenergli testa, in senso buono, ma anche vedere il loro rapporto fraterno e come poi Roy abbia compiuto il sogno di suo fratelllo. Indubbiamente la storia riportata è vera a frammenti, come viene scritto nella nota finale (che mi è piaciuta davvero tanto)  Alessio dice appunto che si sono documentati molto, hanno letto biografie su biografie, visto intervise, rivito i film, (quindi c’è anche un grande lavoro da ammirare dietro a questo fumettto meraviglioso) ma nessuno sa la storia al 100% e probabilmente non la sapremo mai, dal momento che una vita intera di un personaggio così particolare sarebbe veramente difficile da mettere su carta per filo e per segno. Hanno anche detto di aver tagliato molto ma io avrei letto l’albo anche se fosse stato di 200 pagine!
Alla fine del racconto, lo devo ammettere, mi sono commossa e mi è scesa anche qualche lacrimuccia, ma io sono un’inguaribile emotiva (ad esempio per Oceania ho pianto tantissimo, ditemi voi se si può!)
Ad ogni modo, questo albo mi ha dato una carica che non potete nemmeno immaginare, disegnando, ma non benissimo, spesso mi abbatto perchè ho  paura di non riuscire ad andare da qualche parte un giorno con questo lavoro, ma questo fumetto, i fratelli Disney mi hanno insegnato che non ci sono veri ostacoli e c’è sempre il modo di cavarsela, basta volerlo, basta essere convinti, avere passione e si riesce ad arrivare più in alto di quanto ci si aspettava, e i sogni allora diventano davvero realtà!
I fratelli Diseny sono riuscita a formar un Impero, i nostri autori hanno saputo arrivare fino al cuore di noi lettori con questa storia, meravigliosa sia dal punto tecnico che narrativo, quindi un grazie immenso agli autori per aver creato questa storia, e alla casa editrice che mi ha dato l’onore, il privilegio, di poter sognare ancora una volta, con la Disney, e con i fondatori di essa!
Un fumetto consigliatissimo, probabilmente uno dei più belli che abbia letto io quest’anno. Lo consiglio agli amanti morbosi della Disney come me ma anche alle persone che vogliono approcciarsi al mondo delle Graphic Novel con un’argomento molto interessante.
La mia recensione finisce qui, ma penso che mi porterò per sempre questa storia nel cuore. Ma prima di salutarvi vi voglio chiedere: Qual è il vostro classico Disney preferito? E quello della Pixar? Io vi cito qui di seguito i miei: Aladdin, Hercules e Rapunzel. Ma amo alla follia anche Fantasia!!
Un bacio e buon proseguimento di queste feste 2016!
Annunci

5 pensieri su “The Moneyman- La vera storia del Fratello di Walt Disney Di Alessio De Santa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...